...
...
 
 

Isola di Dugi otok - Lunga

 

Dugi otok - e' la piu' grande isola dell'arcipelago di Zara e per estensione e' la settima dell'Adriatico. Lunga circa 45 km, copre un'area di 124 km2. Ha una popolazione di quasi 3000 abitanti distribuiti in una decina di villaggi che praticano, nella parte settentrionale pianeggiante, la pesca e l'agricoltura, in quella meridionale collinosa l'allevamento ovino. La costa occidentale e' alta e desertica, quella orientale e' invece ricca di insenature e spiagge. Data la vicinanza a Zara, e' sede fin dall'epoca romana delle case di villeggiatura della nobilta' cittadina. Anche nel periodo rinascimentale sono state costruite dimore estive concentrate soprattutto a Sali. Piu' di 1.500 ettari di terreno sono coltivati a vite, ma vi sono anche campi arabili, pascoli, macchia mediterranea e boscaglia. Il versante sud-est dell'isola fa parte del Parco Nazionale delle isole Kornati. L'isola fu abitata fin dalla preistoria. L'imperatore Costantino Porfirogenito (X sec.) la menziona come isola di Pizuh. In seguito l'isola viene attestata come Insula Tilagus (dal greco pelagos, mare), mentre il suo nome latino era Insula Maior. I piu' importanti centri sono: Sali, Zaglav e Bozava: quest'ultima e' situata in una suggestiva insenatura dove i boschi giungono quasi fino al mare e la costa e' in prevalenza rocciosa. Fu abitata in modo continuativo sin dal periodo illirico. Sulle colline di Kruna e di Gračina vi sono resti di antichi villaggi illirici e nei campi, di costruzioni romane. All'interno dell apiccola chiesa di San Nicoal risalente al X sec., vi e' una scultura che raffigura santi arabi. A pochi chilometri da Bozava, sulla parte opposta dell'isola, si trova Saharun, l'insenatura con la spiaggia piu' bella. La spiaggia e' circondata da un bosco ed e' spesso deserta, poiche' questa parte dell'isola e' scarsamente popolata. Sali, caratteristico villaggio di pescatori che trae il suo nome dalla produzione di sale fiorente nel medioevo, e' il capoluogo dell'isola. E' il piu' grande villaggio dell'isola. Viene attestato nel 1005 come possedimento del convento di S.Maria di Zadar. La rinascimentale chiesa di Santa Maria Assunta conserva alcune tele dello stesso periodo di Giorgio Čulinović. La repubblica di Venezia riconobbe solo agli abitanti di quest'isola il diritto di esercitare la pesca nel ricco mare delle Kornati. Poco a sud di Sali si apre la piu' bella ed estesa baia dell'isola: Telascica. Un porto naturale frequentato un tempo dalla flotta veneziana e' chiusa da un lato da una parete rocciosa a strapiombo sul mare e dall'altro, da una folta pineta ora in via di rimboschimento dopo l'incendio disastroso del 1995. Grazie alle caratteristiche della sua costa Dugi Otok e' considerata uno dei paradisi per gli amanti del diving.

 
 
 

Bozava

Bozava un posto con l'omonimo porto situato sulla costa nord est di dell'isola Dugi otok. Per la prima volta nella storia viene menzionato nel 1327. sotto il nome Bosana. I resti dei paesi con le muraglia data gia dal tempo degli...

Isola di Dugi otok - Lunga - Alberghi, appartamenti, case vacanze, alloggi, affitto